giovedì 4 dicembre 2014

"Fun": Cruciverba, gnu ed echi Pop (di Paolo Bacilieri)

"Ho appena letto la prima parte di "Fun" di Paolo Bacilieri (edizioni Coconino). Ed è bellissimo.
Alcune tavole sono forse fra le più belle mai realizzate da Paolo. Roba che più di metà del libro te lo incorniceresti sulle pareti di casa. Seriamente, roba da (il)lustrarsi gli occhi.
Uno dei motivi per cui adoro Paolo è anche l'amore malinconico che ha per la mia Milano, un amore travagliato in cui mi rispecchio totalmente, roba da meritare pure un Ambrogino D'Oro (capito Comune di Milano?)
L'ambientazione tripla new York – Milano – Londra partendo dall'inizio del '900 fino ai giorni nostri mi fa amare molto questo fumetto, è l'unico rimpianto è di non potermi tuffare fisicamente dentro queste ambientazioni.
E sto amando anche il personaggio di Pippo Quester."

Giorgio Salati (sceneggiatore Disney) su Facebook




In molti hanno atteso questo titolo.
In molti hanno atteso il ritorno dell'autore che per me ha firmato il fumetto più bello dell'anno duemiladodici. (QUI recensito)



Fun nasce da un incontro avuto con lo scrittore ed enigmista Stefano Bartezzaghi: figlio dello storico enigmista Piero Bartezzaghi.
Stefano aveva firmato di recente il saggio sul cruciverba intitolato L'orizzonte verticale, questo è servito da spunto per l'autore veronese per scrivere un saggio a fumetti sul cruciverba e sui punti in comune che ha con il fumetto.
E ne è uscito come un maestoso omaggio al mondo dei cross-words puzzle e al suo inventore Arthur Wynne.

1913, New York City.
L'intro, che può essere benissimo segnalato come uno dei titoli di testa più efficaci, è l'ottimo biglietto da visita di questa opera che tra qualche pagina si farà la sua conoscenza.
Si può ammirare già una New York incantevole per contesto culturale, già sommersa da un manto nevoso e dall'ondata del jazz e dello swing.
Proprio in questa New York di inizio secolo vi si vede il giovane Arthur Wynne, lavora per la rivista New York World. Il direttore del giornale, O'Malley, vuole che Arthur gli consegni un nuovo contenuto per l'inserto domenicale Fun.
Da pubblicare nel numero che uscirà nella vigilia di Natale.

Arthur propone dunque il suo gioco, il cui schema riprende a sua volta da un altro gioco con cui il redattore, da piccolo, era solito trascorrere il tempo libero con suo padre.
Questa sua invenzione prende il nome di Word – Cross Puzzle. Poi battezzato per errore di qualcun altro, Cross - Word Puzzle.
Un invenzione che subito riscosse un successo tra i lettori del New York World!
Il primo cruciverba della storia.
Da qui ha generato un vero e proprio fenomeno di costume: con la pubblicazione nuovo schema delle parole crociate messo a punto da "La donna dei cruciverba" Margaret Farrar al primo libro stampato sui cruciverba, edito da Simon & Schuster.
Fino ad arrivare al gioco delle parole crociate più seguito al mondo, quello della autorevole testata del New York Times...


Arthur Wynne, redattore del New York World nonché papà delle parole crociate.

...a battere sulla tastiera di un pc è Pippo Quester, romanziere e saggista, che sta lavorando al suo saggio sulle parole crociate intitolato La vertigine orizzontale. Simpatico nome del testo che fa da controparte cartacea al saggio di Stefano Bartezzaghi L'orizzonte Verticale.
Quester non è altro che la controparte cartacea (inserita come "omaggio") proprio al suo amico Stefano.
Le cui fattezze però ricordano fortemente quelle di Umberto Eco...

...a imbattersi proprio nel professor Quester è il giovane Zeno Porno, sceneggiatore Disney alter ego di Bacilieri, questi lo incontra dopo aver acquistato una copia de La Settimana Enigmistica.
Zeno segue assiduamente le uscite letterarie del suo idolo Quester (famoso anche per i suoi romanzi gialli) e ogni giovedì, puntuale, acquista in edicola appunto una copia de La Settimana Enigmistica.

Da subito i due si conoscono e si completeranno l'uno con l'altro: Pippo Quester si consulta con il suo fan Zeno per una parte sul saggio che vorrebbe dedicare al mondo del fumetto. Un medium che con il cruciverba ha tantissimo da condividere; Zeno aiuterà proprio il professore nella sua ricerca.
Complementare è la situazione, ottima per conoscere tutta la storia del cruciverba dalla frizzante New York del 1913 e della vicenda ambientata ai giorni nostri, in una Milano pulsante per romanticismo e per background culturale.
E' un chiaro omaggio alla città di Milano, nella Milano di Quester e di Zeno: dove le architetture e i monumenti vengono pennellati con la solita grazia indicibile da un Bacilieri sempre più grande.


Alternando da uno a cento e viceversa - Alighiero Boetti

Le vignette si incastrano come nel miglior gioco enigmistico mai proposto.
In queste vignette le architetture di una metropoli come quella di New York e di una città come Milano sono state edificate con la minuzia di Paolo che abbiamo conosciuto negli anni.
Le figure morbide si muovono all'interno di Milano che invitano subito il lettore a proseguire questo viaggio culturale. Brulicante di sapere e di quella delicata poeticità che scalda quel muscolo involontario chiamato cuore.
La prima parte di una storia, la cui fine la si leggerà con il seguito More Fun. Dedicata al cruciverba italico e alla nostra scuola de La Settimana Enigmistica. Toccherà aspettare non si sa quanto tempo. Ma ne varrà la pena.
Tutta l'importanza del cruciverba viene riproposta con una umiltà e con una simpatia rare di questi tempi.
Zeno Porno si è calato in questa nuova avventura che è una delizia subito da rileggere.


Sig. Stefano Bartezzaghi, l'autore di questo articolo la ringrazia per il consiglio che ha fruttato una delle migliori uscite di questo 2014.


2 commenti:

  1. E' davvero molto interessante!
    Grazie della segnalazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di avertelo segnalato.
      Buona lettura, Marco!

      Elimina