mercoledì 5 novembre 2014

Capodanno Cubano - Le Storie 25 di Pasquale Ruju (testi) e Max Avogadro (disegni)



La collana creata da Mauro Marcheselli, direttore editoriale della Sergio Bonelli, ha spento due candeline lo scorso 11 ottobre con la venticinquesima uscita intitolata Capodanno Cubano.
Una crime-story scritta da Pasquale Ruju e disegnata da Max Avogadro.
Collane come questa hanno permesso all'autore di Dylan Dog e creatore di Cassidy di tessere dopo No Smoking (Le Storie 4 qui disegnata da Carlo Ambrosini) un'altra storia dalla matrice gangster.
Con questa ha dato completamente libero sfogo alla sua fantasia più nera.



La storia parte in media res: il gangster Harry Rain viene pesantemente punito dagli scagnozzi del boss Tony Giamatti nonché suo suocero dello stesso protagonista.
La punizione costa cara ad Harry perché ha perso tutta la stima guadagnata negli anni nel clan dei Giamatti, da quando era un semplice pistolero fino a coprire i ruoli più delicati e impegnativi nelle varie missioni.
Da qui parte il lungo flashback che racconterà i fatti accaduti dagli inizi di Harry Rain come pistolero per il clan fino alla sua ascesa al potere della malavita a Cuba; dove lo scenario proposto è ambientato poco prima della rivoluzione castrista.
Fino a quando Harry non poserà gli occhi su ciò che vorrebbe ottenere di più in assoluto.
Proseguendo con il tradimento compiuto alle spalle di Tony Giamatti, questi aveva posto in alto Harry Rain per la grande stima che provava.

Lo scrittore di Nuoro omaggia i grandi classici del filone gangster movie quali Scarface, Il Padrino parte II e la storia stessa è un forte richiamo soprattutto a Carlito's Way di De Palma.

Specie il finale è un chiaro e riuscitissimo espediente che ricorda la pellicola con Al Pacino e Sean Penn.

La storia è tenuta egregiamente per gli intrighi e per la caratterizzazione dei personaggi, secondari compresi. Le sequenze pagina dopo pagina creano un ritmo sempre più incalzante. A dir poco.
La costruzione storica merita tanto per la meticolosità.

Il comparto grafico di Max Avogadro è sintetico, il giusto per tratteggiare nel pieno della sua efficacia volti ed espressioni. In particolar modo i vari interni ben realizzati e veicoli vari.


L'albo, che segue le orme della fu Un uomo un avventura marchio Cepim sempre pubblicata dalla Sergio Bonelli Editore (ndr), festeggia più che degnamente il terzo anno editoriale della collana Le Storie che sta per iniziare con "Il tesoro di Bisanzio" firmato da Giancarlo Marzano e da Giovanni Lorusso.

Per gli appassionati del genere: fateci un pensierino prima che esca il nuovo albo e mi saprete poi dire.

Nessun commento:

Posta un commento