sabato 28 luglio 2012

Nel gelido clima della miseria secondo Steinbeck ("Furore")


"Non esiste né peccato, né virtù. Esiste solo quello che si fa e che è parte della realtà, e tutto ciò che si può dire con sicurezza è che la gente fa delle cose che sono simpatiche, altre che non sono simpatiche."

"La banca è qualcosa di diverso da un essere umano. Capita che chiunque faccia parte di una banca non approvi l'operato della banca, oppure la banca fa lo stesso. Vi ripeto che la banca è qualcosa di più di un essere umano. È il mostro. L'hanno fatta degli uomini, questo sì, ma gli uomini non la possono tenere sotto controllo."


giovedì 26 luglio 2012

Nirvana 5

“In Africa, ogni mattina una gazzella si sveglia e sa che se vuole sopravvivere deve correre più veloce del leone.
Ogni mattina un leone si sveglia e sa che se vuole sopravvivere deve correre più veloce della gazzella.
Non importa che tu sia gazzella… o leone.
Corri!”

“Nirvana quasi agli sgoccioli!”
Non, non vorrei che i miei padiglioni auricolari udissero questa frase che incombe su questa serie ben riuscita e credibile poiché si regge senza alcun cliché.
Ormai ha conquistato un buon numero di lettori: merito dell’unico ingrediente, la tipica verve by Paguri (per i fedelissimi di Don Zauker sapranno di cosa sto parlando.)
A completare l’opera i disegni, basta guardare pagina 19! Forse un richiamo a "Novecento" di Baricco?
Rifacendomi alla citazione iniziale, Ramiro seppur corra, non riesce mai a sfuggirgli.
Nell’ultimo numero è riuscito a mettere i bastoni tra le ruote al capo Occhionero Ronson!
Il mansueto (e quando vuole iracondo... da lì saranno falli privi di zuccheri) ispettore Buddha, sosia del buon Bud Spencer (non di Giuliano Ferrara, come già stato ribadito) in ogni numero lo troviamo che si sta scervellando pur di salvare le chiappe a quel fanfarone di Ramiro.
Ma si parte subito con la trama del quinto (e spero che non sia il penultimo) numero!
TRAMA:
In questo volume Ramiro sarà l'osservato e bersaglio facile speciale (e unico della gang Ronson) poiché sta diventando sempre più scomodo.
Si improvviserà pianista (rullo di tamburi... in questa occasione farà la conoscenza di due personaggi davvero singolari, legati ad un personaggio, il quale dal primo numero non perde l'occasione di rompere i cosiddetti a Ramiro), chirurgo e... verrà spedito in Africa nei panni di missionario! Questo perché Ramiro giungerà ad un compromesso con uno dei due personaggi di cui non vorrei rivelarne l'identità a chi non ha ancora sfogliato questo albo!
Si cerca anche di capire bene le situazioni concatenate meglio dei film di un certo spessore (ad esempio in quelli del tenero Moccia... se se.), il finale infatti lascia parecchi punti interrogativi ma ne toglie altrettanto.

La storia ormai si sa, ha preso una direzione più che spassosa.
Il susseguirsi delle gag non lascia al lettore di riprendere fiato per le risate. Non è da poco.
Il tutto accompagnato da varie vignette grazie alla matita di Caluri che crea e modella, come con la creta, dei volti e delle espressioni caricate fino a far muovere l'ultimo muscolo facciale del personaggio.
Si prevede un gran finale(?)... naaa!
Si prevede un gran numero, nella speranza che i nostri e amati Paguri concepiscano un continuo di questa serie che allieta i nostri trenta/sessanta minuti di svago sul nostro divano.
Quindi si cerca di incrociare mani, piedi e... boh. Provateci voi intanto...

Storia e disegni: voto 7,5







lunedì 23 luglio 2012

Nella terra dei cachi con gli Elii (Eat the Phikis)

"Parcheggi abusivi, applausi abusivi. villette abusive. abusi sessuali abusivi.
Tanta voglia di ricominciare abusiva."

Correva l'anno 1996: durante una delle tante edizioni del festival di Sanremo gli elii arrivarono in finale
Fin qui tutto fila bene... anzi, alla perfezione!
Quando Pippo Baudo, non si sa per quale futile motivo, gli negò ingiustamente il premio!
Tuttavia ne uscirono vittoriosi, da vincitori morali del festival.
Si erano esibiti con la prima traccia del disco, "La Terra dei Cachi", una canzone denuncia di un'Italia che avvertiva già i primi sintomi della corruzione e dell'ignoranza collettiva: madre della violenza negli stadi, dell'italiano qualunque e via discorrendo.



mercoledì 18 luglio 2012

Kick Ass 4

"Si, la mia prima impressione era giusta.
Red Mist era uno stronzo."

Dave e soci sono spacciati ormai.
Mindy e suo padre sono stati catturati dalla gang mafiosa D'Amico in un'imboscata architettata perfettamente da... (SPOILER) Red-Mist! Nonché figlio, proprio del boss D'Amico!
Il supereroe più sfigato di sempre dirà addio alle imprese da giustiziere mascherato?
La premiata ditta Mark Millar (Superior) e John Romita Jr (Spider-Man) risponderanno a tutte le vostre domande sull'ultimo numero del fumetto rivelazione degli ultimi anni.
Ricco come di consuetudine di colpi di scena e di altri elementi che sbalordiranno non poco i lettori.
Non mi sono dilungato più di tanto perché vorrei lasciarvi gustare in santa pace questa saga sorprendente!
A Luglio, il primo numero della seconda serie, Kick Ass 2!
Dalla quale ne uscirà la versione in pellicola nelle sale nel 2013!

Storia: 7,5
Disegni: 8

Saga completa: 8

sabato 7 luglio 2012

Rat-Man Collection 90

"Trovo che la magia nera mi snellisca"

Termina qui la trilogia sul Grande Magazzi, ispirata liberamente e spudoratamente dalla saga di Harry Potter della Rowling.
Valdifass (ispirato dal modello rowlinghiano di Voldemort) fa il suo ingresso nel pieno delle sue forze.
Il preside della scuola di magia Sbuffanoia (versione ortoliana di Albus Silente) ordisce un piano assieme a Oler Magazzi (la copia sfigata del maghetto più famoso, Harry Potter) per sconfiggere una volta per tutte il "temuto" (si fa per dire) Valdifass.
Giocandosi sul campo una carta, un'arma davvero singolare manderà all'aria i piani dell'acerrimo nemico.
Conclusasi la battaglia all'acqua di rose, Oler Magazzi acquista prestigio divenendo così un mago riconosciuto da tutti i suoi colleghi (compreso/a l'amico/a Bastondoro). Oler farà addirittura la conoscenza di sua madre! Non svelo nulla perché è tutta da scoprire questa buffa rivelazione.
Un numero che strappa qualche risata in meno rispetto ai precedenti, ma tuttavia Leo Ortolani ci sazia ancora una volta con una trilogia davvero ben riuscita e divertente.
Non mancano verso la fine dell'albo gli approfondimenti sulla saga fantasy di Harry Potter e le strisce della divertentissima "L'Ultima Burba"!
Il 12 Luglio un'altra e misteriosa saga (tra le ultime che sanciranno la fine delle avventure del nostro ratto, ops  scimmia vestita da ratto preferita) sbarcherà nelle edicole italiane.
Il buon Leo cosa ci riserverà questa volta?

Disegni: 7
Storia: 7,5



Nel selvaggio West di Charles Portis (Il Grinta)

Alla fine dell'800, nella città di Dardanelle appartenente alla contea dell'Arkansas, Mattie Ross giura vendetta  dopo la morte di suo padre Frank.
Avvenuta per mano dello spietato Tom Chaney.
La famiglia Ross comincia a risentirne quando l'intrepida ragazzina decide di assoldare per soli venticinque dollari uno dei sceriffi più noti e rispettati della zona: Rooster Cogburn detto "El Grinta".
A dar man forte ai due ci penserà il ranger texano LaBoeuf.
Il trio partirà all'avventura.
La storia è narrata in prima persona dalla protagonista; offrendoci descrizioni e rapide riflessioni vi sono dei passaggi poco coinvolgenti.
La tecnica narrativa di Portis risulta semplice e piacevole cosicché possa impedire al lettore di annoiarlo.
Nella penultima edizione del Premio Oscar la trasposizione cinematografica girata dai fratelli Coen ha fatto conoscere questo scrittore e di conseguenza questo scritto, purtroppo sono tornati dal Kodak Theatre senza neanche un Oscar.

.

martedì 3 luglio 2012

Kick Ass 3

"Vi ricordate di quegli idioti di cui vi avevo parlato che s'ispiravano a me? Quelli che si mettevano il costume su Myspace e formavano i loro supergruppi immaginari?
Bè, uno di loro era uscito allo scoperto e mi stava rompendo davvero i coglioni."
(Kick Ass)


Primo acquisto cartaceo in quel di Cesenatico! E Primo appuntamento con l'angolo del fumetto del blog "Ju Caffè"!
Torna Kick Ass dopo che è stato posticipato l'uscita causa terremoto emiliano.
Il terzo numero è il penultimo del supereroe più sfigato di tutto l'universo dei supereroi!
Il team Millar-Romita riescono a tessere suspance e comicità fino all'ultima pagina.
Il numero comincia con la fama di Kick Ass surclassata dal suo rivale Red-Mist, nuovo e indiscusso (volendo anche figo) paladino della giustizia.
Quest'ultimo farà presto la conoscenza del protagonista, i quali formeranno un team-up alla "The Anvgers" o "Devil & Hulk".
Li vedremo impegnati nella prima missione ufficiale del team: salvataggio dall'incendio di un gatto.
Non mancheranno ovviamente la cazzuta Hit-Girl e suo padre Big-Daddy.
Ci sarà un ricco flashback dal battesimo di fuoco da eroina della piccoletta in poi.
I due faranno visita nella casa di Dave Liezwsky aka Kick Ass, lo convincono poi ad unirsi assieme a Red Mist per sconfiggere la gang mafiosa del bosso D'Amico di New York.
Poiché ha ucciso la madre di Mindy (Hit Girl) nonché moglie del mastodontico Big Daddy.
Kick Ass e Red Mist si recano nel covo della gang mafiosa quando vedono legati e zuppi di sangue Hit Girl e Big Daddy, intrappolati proprio dai mafiosi!
E come se non bastasse Red-Mist improvvisamente colpisce in testa Kick Ass con il calcio della pistola! Davvero incredibile!
Ancora una volta un numero davvero mozzafiato, regalandoci un altro personaggio singolare come quello di Red-Mist (già che scorrazza con la sua automobile sotto le note di Danny Elfman ad alto volume!), amico e traditore del nostro protagonista. Nel prossimo numero le rivelazioni.
Altri background fantastici sono quelli della piccola Hit-Girl (Mindy) e di suo padre Big Daddy, tipico passato di ogni supereroe dalla sequenza "assassinio parente - nascita supereroe - piano vendicativo.
E che dire dei disegni? Buoni come sempre, garantiti dalla matita di Romita Junior! Preciso nei piccoli dettagli.
Tra breve la recensione dell'ultimo e attesissimo numero... e d'un romanzo che a causa della mancata connessione nell'ultima settimana non l'ho potuta pubblicare, compresa quella del disco "Painted From Memory" della coppia Costello-Bacharach.

STORIA: 8
DISEGNI: 7.5