domenica 11 novembre 2012

Nirvana 6... 1/2






Da Novembre dell'anno scorso abbiamo cominciato a conoscere (agli albori attraverso degli spot simpaticissimi), di conseguenza ad amare/odiare/odio-amore/indifferenza (fate voi) uno dei personaggi più dissacranti e maleducati del fumetto made in Italy!
Si sperava bene che non terminasse con la prima e godibilissima stagione dei Paguri.
I papà o semplicemente i genitori di Don Zauker ci hanno concesso per l'anno nuovo una seconda stagione ricca di nuovi personaggi e qualche ritorno.

A Settembre si è conclusa nel più confusionario, chiarificatore, ilare dei modi questa prima epopea.
E' opportuno sottolineare la parola chiarificatore poiché finalmente (grazie anche a una buona introduzione al volume di Simon Bisi), si comprende a pieno la trama incastrata nelle prime storie.
I Caluri, degni di Nolan in "Inception" e "Memento"...
Per sfuggire ad un incazzatissimo Occhionero Ronson, Ramiro Tango verrà spedito nella culla del qualunquismo italico nonché nella pozzanghera mediatica più criticata/amata della televisionei: il Grande Fratello.
(Nonché uno sputo sulla lapide di George Orwell... 'ste riflessioni pardon)

Numerose gag, alcune veramente originali che con grande astuzia si conquistano qualche sorriso del lettore.


E per allietare l'attesa del numero sette (o se così possiamo chiamarlo, del numero uno della seconda stagione, poi lascio decidere a chi di competenza gli spetta), i Paguri hanno pensato giustamente di metterci ancora più sulle spine con un misterioso e come al solito spassoso numero 6 1/2.
Si intravede già un nuovo personaggio, e tutti i nodi su Ramiro Tango verranno fuori dal pettine...
...dal suo.
Non di certo da quello di Occhionero Ronson.
Ilarità garantita a parte, bisogna attendere la seconda stagione che partirà da Gennaio 2013 sul nostro inguaribile bugiardo del momento.




"Mamma, son tanto felice." (Cit.)
Che Nirvana abbia un seguito già promettente, mi aspetto già elementi potenziali...

Voto 6 1/2... Ma de che. 7/10!
In fase che il voto probabilmente lieviti nella seconda stagione.
Di uno specchio cartaceo della nostra società.




Nessun commento:

Posta un commento