sabato 13 ottobre 2012

Shingeki no Kyojin Vol 3 - 4 (L'Attacco dei Giganti) di Hajime Isayama

Di 'sti tempi è passata molta acqua sotto i ponti nelle terra nipponica, ma il sottoscritto non ha provato per nulla ad abbeverarsi, né si è chiesto da quale fonte provenisse. A guardarla non prometteva per niente nulla di buono.
Shonen e altri titoli proposti non solo ad un prezzo rinunciabile, ma la qualità delle storie non potevano nemmeno essere paragonate con l'ultimo periodo poco ispirato di Bleach. Per intenderci.
Un periodo abbastanza buio per i manga. Tant'è che vi elenco le serie in corso e vi scrivo in maiuscolo i manga di cui seguo:

Watchmen - la riedizione economica edita Rw Lion
Batman - il reboot di Snyder & Capullo e via discorrendo...
Kick Ass 2 (in uscita l'ultimo volume, quindi giunto quasi al capolinea)
ONE PIECE 
HUNTER X HUNTER
L'ATTACCO DEI GIGANTI
Devil e i cavalieri Marvel
Hulk e i Difensori 
Si cerca di recuperare Monster Deluxe (TERMINATA)
Rat Man Collection
Dylan Dog

In realtà ho in sospeso tre serie manga: Bleach e Naruto in fase abbastanza calante (si cerca quindi di leggiucchiare le scans), e Detective Conan che pare regga ancora il timone rispetto alle ultime due citate.
Per il resto, si collezionano 3 SERIE MANGA contro 7 SERIE TRA NOSTRANE E AMERICANE...
Se vogliamo parlare anche dei tempi d'uscita: One Piece è trimestrale, meno male che con il manga di cui sto per recensire "L'Attacco dei Giganti" ha la cadenza bimestrale, per Hunter x Hunter negli ultimi 3-4 anni si da alla latitanza! Però a Dicembre uscirà il 30esimo volume (finalmente una cazzo di conclusione della battaglia contro le Formichimere!). Ma poi?! Chi s'è visto s'è visto!
In un futuro non molto lontano dovrà per forza recuperare Berserk (a detta di molti anch'essa tra le serie calanti, vedremo.)

Serpeggiava prima ancora della sua uscita, la notizia di questo manga, uscente fresco fresco vincitore dal "Kodansha Manga Award" edizione 2011, e delle prime scan già tradotte.
Spulciando le scan, è stato come guardare la ragazza che si trova al bancone del bar sola soletta a sorseggiare un cocktail. Carina, non ha rotondità eccessive ma è molto simpatica.
Così si vuole rompere il ghiaccio e conoscerla, buttando a caso qualche frase o aneddoto, e qualsiasi altro argomento si possa affrontare.
Ci si fa lasciare il numero di telefono e per giunta (dalla creazione di Mark Zuckenberg in poi) ci si contatta su Facebook. E ci si rincontra per conoscersi meglio l'uno con l'altro. 
Col passare del tempo sta a noi coltivare questo rapporto, dall'evolversi delle vicende; se interromperlo (rimanendo comunque amici, dipende dai casi) o meno.
Ecco. 
Shingeki no Kyojin metaforicamente parlando.

Scritto e disegnato da Hajime Isayama (nel Sol Levante è in corso dal 2009), la storia narra dell'invasione misteriosa, accaduta cento anni prima da parte dei giganti dalle sembianze umanoidi, devastarono il villaggio e dimezzarono brutalmente gli abitanti.
I superstiti crearono una cinta muraria alta cinquanta metri per un'eventuale invasione. 
Talmente fortificata e alta che un gigante di quelli non potrebbe sfondarla tanto facilmente.
Moltissimi anni dopo un gigante alto cinquanta metri riuscì a superare e quindi a far breccia nella cinta muraria per farsi beffa di molti umani divorandoseli poi voracemente! Come è possibile?
Eppure serpeggiava tra gli abitanti superstiti un'altra ipotesi, che questi terrificanti giganti invadessero e si mangiassero gli umani non tanto per sostentamento, ma per divertirsi e incutere terrore!
Eren, un ragazzino aspirante combattente, vuole sterminare una volta per tutte i giganti e uscire dalle mure per visitare il vasto mondo che lo attende.

I primi due tomi promettevano bene, dal terzo la situazione cambia radicalmente la storia!

Vol 3: (SPOILER)
Eren si scopre che può manovrare il corpo di un gigante (da esso è stato divorato nel primo volume).
I rappresentanti dell'esercito lo sottoporranno a un interrogatorio, Eren dovrà giurare fedelmente all'armata e manovrare il gigante per combattere la prossima 'invasione nemica imminente.
Per aiutare quindi la comunità a sopravvivere.
Mikasa (la sorellastra di Eren) lo supporterà e gli farà evitare rogne da chi lo vuole condannare come nemico per il villaggio.
Poco prima della scomparsa di Grisha, il padre biologico di Mikasa e adottivo di Eren, lasciò al figlio acquisito una chiave per entrare nella cantina, per avere delle informazioni necessarie sul mistero dei giganti.
Si vedrà il corpo dell'esercito impegnato contro la prossima invasione, ma avendo elaborato in breve tempo una strategia avente Eren capace di guidare un gigante, si concluderà la battaglia con un buon esito.

VOL 4: (SPOILER) - prestatomi da Ivan

Dopo il successo che ha portato speranza nel villaggio, Eren e gli altri aspiranti soldati sosterranno delle lezioni teoriche sulle strategie di guerra, esercizi per affrontare a viso aperto e senza timore il pericolo del momento.
Si ha il tempo di vedere l'autore, scavare nella psicologia di ogni personaggio, svelandone difetti e pregi... e punti deboli che potrebbero costare dazio dal principiante al più valoroso degli aspiranti cacciatori di giganti.
In fine si vede Eren imprigionato in una segreta dall'esercito, per interrogarlo nuovamente sulla sua natura.
Lasciando tuttavia in sospeso la questione sulla verità dei giganti custodita nella cantina di Grisha.


I giganti sono rappresentati in modo molto anatomico e grottesco. La maggior parte del pubblico non ha gradito il suo stile, reputano l'autore addirittura come un incapace.
La storia contiene dagli elementi shonen (valorosi personaggi che si battono per avere successo nella loro impresa, molto giovani), elementi seinen perché le scene d'azione sanguinolente sono disegnate egregiamente nel dettaglio, e induce il lettore a concentrarsi poiché vi sono contenute strategie o dialoghi da seguire con attenzione.

Come bisogna seguire con molta attenzione la storia in sé.
All'orizzonte si prevedono colpi di scena e rivelazioni varie...
Attendete e dategli fiducia.
Coltivate anche voi questo talentino. Un po' come nel rito dell'asta fantacalcistica, prendi un giovane low cost dal margine di crescita promettente.

Voto: 7/10












Nessun commento:

Posta un commento